giovedì 18 gennaio 2018

Cerimonia di auguri con la Presidente della Camera Laura Boldrini

Ringrazio la fotografa della Camera, Marco Di Fonzo e Roberta Gentilini di "GR Parlamento" per queste due belle fotografie scattate lo scorso dicembre durante la conferenza stampa di auguri con la stampa parlamentare. Nel post precedente trovate la mia domanda. Qui le due foto scattate quel giorno: il 12 dicembre 2017.

 

giovedì 30 novembre 2017

Un ringraziamento a Daniel Alfreider

Oggi ho ricevuto una gradita sorpresa da parte di Daniel Alfreider, capodelegazione della SVP a Montecitorio. Per festeggiare l'approvazione della riforma costituzionale della legge sulla minoranza ladina mi ha donato il volume di Werner Pecosta dal titolo "Storia dei ladini delle Dolomiti". Mi ha fatto molto piacere ricevere questo omaggio perchè so quale è stata la passione con la quale l'onorevole Alfreider si è impegnato per la SVP in questa legislatura per far passare questa riforma e per difendere i diritti delle minoranze in Sud-Tirolo che, secondo me, rappresentano, insieme a tutte le altre minoranze, una ricchezza del nostro paese.

mercoledì 15 novembre 2017

Radio Radicale con Alma Shalabayeva sulla tutela dei rifugiati politici

Oggi ho intervistato ALMBA SHALABAYEVA che si batte contro il regime autoritario del Kazhakistan. Ecco cosa mi ha detto sugli abusi commessia ai danni dei diritti umani contro tanti rifugiati dell'Est Europa. Buona visione.

martedì 14 novembre 2017

"Far Web. Il lato oscuro dei social" (RIZZOLI), intervista a Matteo Grandi

Oggi ho avuto l'opportunità di intervistare Matteo Grandi che ha pubblicato "Far Web. Il lato oscuro dei social", volume edito da Rizzoli. Il titolo non è preciso, ma penso che l'autore mi perdonerà. Il saggio è quantomai interessante per capire quanto la rete sia diventata una palestra di odio. Buona visione. Anzi, buona condivisione!

giovedì 2 novembre 2017

Il falso scoop su Adolf Hitler in Sudamerica

Qualche giorno fa alcune agenzie di stampa hanno pubblicato una notizia sulla presunta fuga di Adolf Hitler in Sudamerica mostrando anche un file dell'FBI sulla presenza del dittatore nazista in quel continente. Eccone alcuni esempi:

Quando ho visto la foto del presunto dittatore fuggitivo ho subito pensato ad un libro che avevo acquistato due anni fa in una libreria di Piazza Cavour nel nel quale era stata pubblicata quella foto e quel rapporto FBI, che è stato presentato come inedito. Il libro di cui parlo si intitola "Sulle tracce di Hitler" ed è stato pubblicato nel 2015 da Eden edizioni (La prima edizione orgiginale dovrebbe essere dell'anno prima) e scritto da Abel Basti. La copertina e le foto del libro che, trovate nell'inserto dei documenti tra le pagine 224 e 225, le pubblico qui sotto per ricordare, se non altro, al Corriere e all'Ansa, che forse i loro lettori non meritano di essere scambiati per tonti. 



lunedì 23 ottobre 2017

Melania Trump e i protagonisti moltiplicati della Casa Bianca


Non so se avete visto la notizia: Melania Trump avrebbe una sosia che la sostituisce. Forse è una fake news, ma l'ipotesi è suggestiva. Non è la prima volta che la Casa Bianca viene coinvolta in una fiction del genere. Ecco perchè sarebbe opportuno riprendere in mano questo capolavoro di Ben Bova dal titolo "Il Presidente moltiplicato", che narra una vicenda ben più drammatica ambientata a Boston, città alle prese con un Presidente degli Stati Uniti più bravo di Kennedy ma sostituito da una copia pericolosa. Il libro ha avuto anche un seguito con il più scanzonato "Dave. Presidente per un giorno" (1993). Tuttavia, la prima first lady clonata meriterebbe un libro e anche un film, da prendere con la massima serietà. Già, perchè oggi, come non mai, chi non vorrebbe vedere alla Casa Bianca una copia piuttosto del triste originale rappresentato dagli attuali protagonisti......
 

lunedì 9 ottobre 2017

L'attentato del 9 ottobre 1982 alla Sinagoga di Roma: per non dimenticare

Non so proprio da dove cominciare per parlare dell'attentato del 9 ottobre 1982 alla Sinagoga di Roma. All'epoca ero un ragazzo che non si occupava di politica e che faceva di tutto per tenersene fuori osservando la violenza che questa provocava. L'unico ricordo nitido che conservo è che i negozianti di via del Corso, forse qualche giorno dopo, chiusero tutti gli esercizi per protestare contro quell'atto assurdo di violenza ingiustificata. Ma rivedendo i volti smarriti di queste persone travolte da questa onda di odio non posso fare a meno di riportare un riflessione di Marco Boato, con il quale ho avuto modo di parlare di quel fatto. Boato mi ha sempre detto di essere rimasto colpito negativamente di ritrovarsi quasi da solo, insieme a pochi altri politici, ai funerali della piccola vittima dell'assalto alla Sinagoga. E' assurdo pensare che ci fosse questo atteggiamento nei confronti di questa Comunità alla quale tutti dobbiamo molto. Non vorrei che accadesse a me. Non voglio che accada mai più.