lunedì 20 aprile 2015

25 aprile: la Resistenza dimenticata contro la Banda Koch

Io non sono un fan della Resistenza, ma la memoria di questa lotta per la libertà mi interessa molto. Nel palazzo dove lavoro, alludo a Radio Radicale, durante i mesi dell'occupazione nazista di Roma, 1943-44, c'erano gli uffici della Polizia repubblichina di Roma. Qualche anno fa il Comune di Roma decise di mettere una targa per ricordare questo posto, nel quale vennero torturati tanti italiani. Ma il condominio del palazzo, da quanto mi è stato detto, non ne volle sapere. Allora l'amministrazione capitolina fu costretta a mettere una targa sul marciapiede. A distanza di qualche anno ecco come è finita quella targa....Visto che le associazioni dei partigiani beccano ancora tanti soldi dallo stato, se decidessero di mettere qualche euro per rimettere a posto questa targa io personalmente gliene sarei grato.....insieme a tutte le persone torturate dalla Banda Koch a Roma.    


 

L'onorevole Paolo Grimoldi (Lega Nord) contro Laura Boldrini


domenica 12 aprile 2015

Biglietti Expo scontati ai neoiscritti al PD. intervista a Franco Bordo


MA COSA FANNO QUEI SINDACALISTI NEI DUE MONDI DELLA GUERRA FREDDA?


NELL'ARCO DI POCHI MESI HO AVUTO MODO DI TROVARE NEI MERCATINI DELL'USATO DUE PICCOLE GEMME. SI TRATTA DI DUE LIBRI CHE RACCONTANO LE TRASFERTE DEI SINDACALISTI ITALIANI ALL'ESTERO ALL'INDOMANI DELL'ULTIMA GUERRA MONDIALE. IL PRIMO, DAL TITOLO "SIAMO STATI IN URSS" (1951), RACCONTA IL VIAGGIO DI UNA DELEGAZIONE DELLA CGIL ITALIANA IN URSS, COMPOSTA TRA GLI ALTRI DA LUCIANO LAMA E VITTORIO FOA; MENTRE IL SECONDO, DAL TITOLO "ABBIAMO VISTO" (1948), NARRA IL TOUR AMERICANO DI UNA DELEGAZIONE MISTA (CGIL-FIL), COMPOSTA DA GIULIO PASTORE (CATTOLICO ALLORA IN USCITA DALLA CGIL. NEL 1950 AVREBBE FONDATO LA CISL), GIOVANNI CANINI (FIL-AREA SOCIALDEMOCRATICA) E CLAUDIO ROCCHI (FIL-AREA REPUBBLICANA). SI TRATTA DI DUE TESTIMONIANZE STRAORDINARIE CHE CONFERMANO LA DIVISIONE INSANABILE DI VISIONI DIVERSE NEL RAPPORTO TRA POTERE E MONDO DEL LAVORO. CHI AVRA' MODO DI LEGGERE QUESTI DUE LIBRI CAPIRA' ANCHE LE DIVISIONI CHE CONTINUANO A MINARE L'UNITA' SINDACALE NEL NOSTRO PAESE. L'UNICA COSA CHE POSSO DIRE, A FAVORE DI UNO DEI DUE LIBRI, RIGUARDA "ABBIAMO VISTO". LA DELEGAZIONE ITALIANA DELLA CGIL-FIL HA AVUTO LA FORTUNA DI INCONTRARE, AL PIU' ALTO LIVELLO, IL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI TRUMAN, CHE FORSE AVRA' CALDEGGIATO DAL FUGA DI PASTORE DALLA CGIL, MENTRE I SECONDI NON SONO NEMMENO RIUSCITI AD AVVICINARSI A STALIN.