giovedì 17 dicembre 2015

Benigno Zaccagnini contro Giuseppe Pella

Ogni tanto faccio un salto su ebay per trovare una bella lettera di raccomandazione di qualche politico per un suo sostenitore. Ma non si trova solo quello. Qui ho rintracciato una lettera dell'ottimo Benigno Zaccagnini contro l'on. Pella. Il capogruppo della Dc rimprovera all'ex Presidente del Consiglio di aver bucato una seduta della Commissione Finanze. Ma perché Pella aveva dato buca? Semplice: a quei tempi la Dc e il Psi mettevano in piedi e facevano approvare tanti bei condoni fiscali alla Berlusconi. E l'idea non piaceva a Pella, che si era ben guardato dal farsi trovare in Commissione Finanze. Curiosità dell'epoca, qui assistiamo ad un uomo della sinistra Dc - sostenitore del condono fiscale - che minaccia uno della destra Dc che non voleva un condono. Com'è finita? Lo scoprite in questo link...Ah, dimenticavo! Viva Giuseppe Pella! 
http://legislature.camera.it/_dati/leg04/lavori/Bollet/19640907_00.pdf



Quel giorno ci fu una strage, ma nessuno lo ricorda......(17 dicembre 1973, Fiumicino)


Il 17 dicembre resta ancora una data estranea alle nostre celebrazioni del terrore degli anni '70 e '80. Fortunatamente - soprattutto in questi ultimi anni - qualcuno ha pensato a sottolinearlo adeguatamente. Ecco perché è necessario leggere questi due libri sulla strage di Fiumicino del 17 dicembre 1973, che aprono uno squarcio di verità sull'incapacità di Moro e della classe politica italiana che ci ha portato alla rovina in quegli anni. La superficialità e la paura dei nostri governanti ha trasformato il nostro paese e la Germania in terra di conquista dei signori del terrore. Con la differenza che da noi i terroristi palestinesi se la sono cavata "benissimo".